MOTORI24
23 agosto 2013

Continental a braccetto con Google (e Ibm) per le auto che si guidano da sole

di Gianni Rusconi

				FOTO: Continental a braccetto con Google (e Ibm) per le auto che si guidano da sole
STAMPA INVIA IN EMAIL riduci testo ingrandisci testo

Un alleanza a tre che promette ulteriori ed importanti evoluzioni nel campo delle tecnologie per le "self driving cars". Uno dei più grossi fornitori di componenti del settore automotive, Continental, e due prime firme del panorama hi-tech mondiale come Google e Ibm sono infatti pronte a lavorare fianco a fianco per sviluppare un nuovo sistema di guida per auto totalmente automatico. A darne notizia, ieri l'altro, il magazine Daily Frankfurter Allgemeine Zeitung, citando fonti anonime. Al Salone di Francoforte, in programma dal 12 al 22 settembre, è previsto da parte di Continental, che per il momento si è trincerata dietro il classico "no comment" in merito all'ipotesi della nuova partnership, l'annuncio ufficiale del doppio accordo.
L'azienda tedesca, va ricordato, ha già in essere una collaborazione con un altro gigante tecnologico americano, Cisco, sul fronte dei sistemi di guida senza conducente e di connettività dati fra vetture. Google, da parte propria, è come noto impegnata da tempo (e dal 2010 per la precisione) nel proprio progetto di auto che si guidano da sole e i test condotti sulle strade californiane confermano le serie intenzioni della società di Mountain View in questo specifico campo e nel mondo delle quattro ruote più in generale.
Al momento è presto per sapere se dal nuovo "triumvirato" sortiranno innovazioni di peso ma è certo che l'ambito delle soluzioni "computing based" per il controllo e la sicurezza dell'auto – a cui stanno lavorando intensamente le varie General Motors, Volvo, Ford, Toyota e Volkswagen – è fra le priorità sia sul tavolo delle principali case automobilistiche che di quello dei grandi attori dell'Information technology.

RSS

in collaborazione con MOTORNET.IT