MOTORI24
1 luglio 2015

Honda HR-V, al volante della nuova edizione


				FOTO: Honda HR-V, al volante della nuova edizione
STAMPA INVIA IN EMAIL riduci testo ingrandisci testo

HR-V è una sigla di successo in “casa” Honda. Nel 1999 quando apparve per la prima volta l'antenata del modello di oggi, si candidò subito a precursore di una tendenza, quella dei Suv compatti da città. Oltre 110.000 le unità vendute, con l'Italia ai primi posti delle classifiche europee del gradimento. Oggi alla Honda ci riprovano con una “formula” diversa.

Più che un Suv, infatti, l'HR-V è un crossover, con la sola trazione anteriore, oltre che un pò MPV vista la grande abitabilità e la spiccata versatilità a bordo. Mentre lo stile ricorda un coupé con la parte posteriore che declina verso la coda. Originale nei suoi 4,30 metri di lunghezza l'Honda HR-V dovrà, però, vedersela con un numero agguerrito di concorrenti, altrettanto ambiziosi.

Ma l'HR-V, non è soltanto la “sorellina” minore del CR-V, ma un modello di conquista per Honda, oltre che la novità più importante in un anno di serrati debutti: prima il rinnovato CR-V, cui farà seguito a breve la rilanciata Jazz, mentre a fine anno sarà la volta del pezzo pregiato della collezione Honda la “muscle-car” NSX.

Ma torniamo al nuovo HR-V che si presenta con una spiccata personalità, risultato di un frontale molto importante, con le maniglie delle posteriori a scomparsa, per simulare uno stile da coupé applicato ad una berlina. Inediti anche gli interni con una plancia avvolgente e orientata a chi guida. Lo stile sportiveggiante e le dimensioni compatte non limitano lo spazio a bordo, anzi: grazie al serbatoio del carburante, sistemato sotto il sedile anteriore, si libera parecchio spazio nell'abitacolo. Tanto che i passeggeri dietro stanno comodi, anche quelli di taglia “extra larghe”, comprese le loro gambe. Il resto lo fa il sistema di sedili posteriori che alla Honda chiamano “magici” perchè una volta ripiegati consentono di caricare oggetti lunghi fino a 2,5 metri e una capacità di carico che va da 453 a 1026 litri. La qualità degli interni, strizza l'occhio ai modelli premium dei marchi tedeschi, con al centro della plancia l'immancabile display per l'infotaiment e la connettività a bordo.

La nuova Honda HR-V sarà disponibile con due sole motorizzazioni, il nuovo 1500 cc a benzina i-VTEC, aspirato da 130 CV, disponibile anche col cambio automatico CVT a sette marce e il brillante turbodiesel di 1600 cc i-DTEC da 120 CV. La trasmissione di base per entrambi entrambi è un manuale a sei marce dalla leva cortissima. Su strada il nuovo crossover compatto del costruttore giapponese si comporta bene. Sicuro negli appoggi, molto reattivo, il turbodiesel ha un “caratterizzo” non proprio dimesso. A bordo il confort è garantito dalla silenziosità, il motore diesel, infatti, non si fa proprio sentire.

Facile da guidare l'HR-V si dimostra sicuro anche nella guida più esasperata tanto da non far rimpiangere le quattro ruote motrici. Otto i colori disponibili, tre perlati oltre a ben quattro metallizzati più il rosso “corsa”. E tre gli allestimenti, Comfort, Elegance ed Executive mentre i prezzi partiranno da circa 20.000 euro per l'HR-V 1500 a benzina e da 22.000 euro per il 1600 turbodiesel. (C.Ca.)

RSS

in collaborazione con MOTORNET.IT