MOTORI24
27 giugno 2015

Mercedes Classe A restyling, ecco cosa cambia


				FOTO: Mercedes Classe A restyling, ecco cosa cambia
STAMPA INVIA IN EMAIL riduci testo ingrandisci testo

A quattro anni dal debutto, la Mercedes A si concede un primo “ritocco”. Le novità estetiche più importanti della “media” della “stella” che in questa versione aggiornata sarà in vendita a fine settembre, con prezzi a partire da circa 23.000 euro riguardano il paraurti anteriore (dal “taglio” più sportivo e le luci. Di serie, quelle posteriori avranno inediti elementi a led e poi, si potranno avere fanali e fari interamente a diodi luminosi, con quelli anteriori che nella parte alta avranno una sorta di “ciglia” di colore blu all'istante dell'accensione, bianca in marcia e arancio lampeggiante quando si inserirà la freccia. Questi nuovi fari prendono il posto di quelli allo xeno, rispetto ai quali emettono una luce più bianca e assorbono meno energia.

Altre novità riguardano poi i terminali di scarico delle versioni più potenti, decisamente più grandi, i cerchi in lega leggera di nuovo tipo e una più ampia scelta per i colori della carrozzeria. Nell'abitacolo della nuova Classe A, le poltrone anteriori hanno di serie la seduta allungabile di sette centimetri e gli strumenti dispongono di una grafica rivista; inoltre, c'è un nuovo volante e sono i numerosi elementi in colore argento satinato invece che nera. Come optional saranno poi disponibili il MirrorLink e l'Apple CarPlay, sistemi che consentono, una volta collegato il proprio smartphone alla presa Usb, di visualizzarne e gestirne i contenuti come navigazione, musica, dati del telefono e altri ancora sul display centrale, che ora ha uno stile più raffinato ed è disponibile nelle due misure di 7 e 8 pollici.

Quanto alla meccanica, sarà disponibile una nuova versione da 102 CV del 1600 cc a benzina che affianca quelle da 122 CV e 156 CV e sarà la più economica della gamma oltre ad un potenziamento del 2000 cc della 45 AMG che passa da 360 a 381CV grazie a un diverso albero a camme di aspirazione. Infine, saranno disponibili a circa 1.000 euro in più le sospensioni elettroniche adattative, con tasto che variaria la rigidezza su due livelli, Comfort o Sport. (C.Ca.)

RSS

in collaborazione con MOTORNET.IT